news blog logo


Per non dimenticare @ 23 maggio_ Spazio Aereo _ Vega

Per non dimenticare @ 23 maggio_ Spazio Aereo _ Vega

Cgil, Cisl e Uil insieme alle associazioni Arci Venezia,

Acli Venezia, Rete degli studenti Medi, Unione degli Universitari, Avviso Pubblico....

17 maggio. Giornata contro l'omofobia, bifobia e transfobia

17 maggio. Giornata contro l'omofobia, bifobia e transfobia

17 maggio Giornata contro l’omofobia, bifobia e transfobia

Il 17 ricor....

25 aprile 2016

25 aprile 2016

Anche quest'anno l'Arc....

“PRISM – Preventing, redressing and inhibiting hate speech in new media”

“PRISM – Preventing, redressing and inhibiting hate speech in new media”

PRISM. NO ALL’ODIO, NO ALL’INTOLLERANZA SUL WEB!

Presentazione della campagna di comunicazione del progett....

Cerca nel sito

Immigrazione

newsletter



Ricevi HTML?

Joomla : ARCI Venezia

Rete ARCI

 


Link Utili

 

 

 

 

Laboratorio L'Aquila

 

Collaborazioni

 

 

 

Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Per non dimenticare @ 23 maggio_ Spazio Aereo _ Vega  E-mail
Top News - Top News

Cgil, Cisl e Uil insieme alle associazioni Arci Venezia,

Acli Venezia, Rete degli studenti Medi, Unione degli Universitari, Avviso Pubblico e Libera hanno deciso di ricordare con appuntamento il giudice Giovanni Falcone a 24 anni dal suo efferato assassinio.

L’appuntamento “Per non dimenticare” si terrà lunedì 23 Maggio 2016 alle ore 17.30 e sarà ospitato dal Circolo arci SPAZIO AEREO presso il VEGA Parco Scientifico Tecnologico di Venezia.
Oltre ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali e delle associazioni interverranno il Magistrato Vincenzo Borraccetti e il giornalista Maurizio Dianese.

Un momento per ricordare quel 23  Maggio 1992, giorno in cui tutta l’Italia decise di intraprendere una strada di lotta vera contro le mafie. Con la consapevolezza che soprattutto oggi sia necessario riflettere insieme sul significato più profondo e concreto di “fare antimafia” e attribuirgli un valore collettivo per la nostra società e il futuro di questo paese.

Siete pertanto invitati, e Vi preghiamo di estendere l’invito

I promotori dell’iniziativa

 
17 maggio. Giornata contro l'omofobia, bifobia e transfobia  E-mail
Top News - Top News

17 maggio Giornata contro l’omofobia, bifobia e transfobia

Il 17 ricorre la Giornata internazionale contro l'omofobia, bifobia e trans fobia. Per ricordare la giornata del 17 maggio 1990 in cui l'omosessualità è stata rimossa dalla classificazione internazionale delle malattie mentali stilata dall'OMS.
Ancora oggi sfortunatamente viviamo in un mondo che necessita di una giornata internazionale contro l'omofobia, un mondo dove troppo spesso le persone vengono discriminate e perseguitate per il loro orientamento sessuale o la loro identità di genere.

Una giornata necessaria per sensibilizzare le istituzioni e la cittadinanza tutta sull’urgenza di adottare provvedimenti legislativi che contrastino l’omotransfobia e favoriscano il riconoscimento di diritti a favore della comunità LGBT.

SOSTENIAMO LA CAMPAGNA DI Arcigay

Abbiamo voluto per il 2016 sostenere e diffondere la campagna promossa da Arcigay che raffigura quattro persone lgbt che vivono in quattro Paesi europei – Spagna, Olanda, Germania e Francia –  dove omofobia, bifobia e transfobia sono reati puniti dalla legge.
Sono loro i volti della campagna che Arcigay ha diffuso in vista del 17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. L’idea è quella di  sottolineare il tema dell’assenza in Italia di una legislazione efficace a contrasto delle discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.
Ciascuno dei Paesi rappresentati ha leggi che in modi diversi contrastano le discriminazioni e perseguono con efficacia i crimini e le parole d’odio.
L'Italia manca ancora di una legge di contrasto all'omotransfobia, ma in Italia di omofobia ancora si muore.

Sosteniamo questa campagna chiedendo al territorio di promuoverla e diffonderla condividendo l'urgenza per il nostro paese di avviare un processo di cambiamento.

 
Il Festival Sabir a Pozzallo (Rg) dal 12 al 15 maggio  E-mail
Notizie - Italia

Il Festival Sabir – promosso da Arci, Caritas, A Buon Diritto, Asgi, Carta di Roma e Acli e organizzato da Arci in collaborazione con il comune di Pozzallo e con il patrocinio dell’Anci e la partenership di TGR – nasce come evento diffuso, spazio di riflessione nei luoghi simbolo delle porte d'Europa. Dopo l'esperienza di Lampedusa, Sabir si sposta a Pozzallo (in provincia di Ragusa), luogo di approdo ma anche ponte culturale nel bacino mediterraneo. Partendo dall'esperienza della prima edizione del Festival, tenutasi nel 2014 a Lampedusa, la seconda edizione vedrà le ‘alternative mediterranee’ al centro di spettacoli, dibattiti, incontri internazionali e laboratori che animeranno la cittadina siciliana.

Sabir, che dà il titolo al festival, era un idioma parlato in tutti i porti del Mediterraneo dal Medioevo fino a tutto il XIX secolo. Uno strumento di comunicazione in cui confluivano parole di molte lingue del Mediterraneo e che consentiva ai marinai e ai mercanti dell’area di comunicare fra loro.

 
No Rogo. L’Arci promuove la lettura  E-mail
Cultura - Libri

No Rogo. L’Arci promuove la lettura: Il 10 maggio l’Arci organizza iniziative in tutta Italia per la promozione della lettura. Davanti al Parlamento lettera aperta al ministro Franceschini

Il 10 maggio del 1933, nell’Opernplatz a Berlino, i nazisti fecero un grande rogo dei libri sgraditi al regime. Un atto simbolico di annientamento delle culture non sottomesse all’ideologia nazista.  In questa data dal forte valore simbolico, l’Arci intende promuovere iniziative in tutta Italia per la promozione della lettura con il titolo No Rogo. Saranno organizzate letture collettive in piazza, presentazioni di libri, dibattiti e animazioni. Una manifestazione per celebrare il valore del libro inteso come libera possibilità di espressione di idee e di pensiero, contro ogni censura.  Sempre il 10 maggio, di fronte al Parlamento, una delegazione dell’Arci leggerà una lettera aperta indirizzata al ministro Franceschini, per sollecitarlo a valorizzare il sistema bibliotecario pubblico, quale importante strumento di contrasto alla progressiva riduzione del numero dei lettori, in particolare al sud.

E’ tempo di mettere in campo tutte le iniziative necessarie per favorire l’accesso universale alla cultura e le biblioteche pubbliche rappresentano uno straordinario veicolo plurale di cultura, non sottomesso alle leggi del mercato e ai monopoli editoriali. L’accesso al prestito e alla consultazione gratuita di testi, giornali, fumetti può rappresentare il mezzo per riportare alla lettura vecchi e nuovi utenti, indipendentemente dalla loro collocazione sociale e culturale. E la lettura è strumento essenziale per comprendere, crescere ed emanciparsi.

Clicca qui per leggere la lettera aperta al Ministro Franceschini

No Rogo. Il 10 maggio l’Arci promuove la lettura

28/04/2016

 

 

 

 

 

LOGO_NO_ROGO__n.jpg

Il 10 maggio l’Arci organizza iniziative in tutta Italia per la promozione della lettura

Davanti al Parlamento lettera aperta al ministro Franceschini

 

Il 10 maggio del 1933, nell’Opernplatz a Berlino, i nazisti fecero un grande rogo dei libri sgraditi al regime. Un atto simbolico di annientamento delle culture non sottomesse all’ideologia nazista.

 

In questa data dal forte valore simbolico, l’Arci intende promuovere iniziative in tutta Italia per la promozione della lettura con il titolo No Rogo. Saranno organizzate letture collettive in piazza, presentazioni di libri, dibattiti e animazioni. Una manifestazione per celebrare il valore del libro inteso come libera possibilità di espressione di idee e di pensiero, contro ogni censura.

 

Sempre il 10 maggio, di fronte al Parlamento, una delegazione dell’Arci leggerà una lettera aperta indirizzata al ministro Franceschini, per sollecitarlo a valorizzare il sistema bibliotecario pubblico, quale importante strumento di contrasto alla progressiva riduzione del numero dei lettori, in particolare al sud.

 

E’ tempo di mettere in campo tutte le iniziative necessarie per favorire l’accesso universale alla cultura e le biblioteche pubbliche rappresentano uno straordinario veicolo plurale di cultura, non sottomesso alle leggi del mercato e ai monopoli editoriali. L’accesso al prestito e alla consultazione gratuita di testi, giornali, fumetti può rappresentare il mezzo per riportare alla lettura vecchi e nuovi utenti, indipendentemente dalla loro collocazione sociale e culturale. E la lettura è strumento essenziale per comprendere, crescere ed emanciparsi.

 

Clicca qui per leggere la lettera aperta al Ministro Franceschini

- See more at: http://arci.it/blog/culture/archivio/libri/no-rogo-il-10-maggio-larci-promuove-la-lettura/#sthash.wQ5IRJc1.dpuf

No Rogo. Il 10 maggio l’Arci promuove la lettura

28/04/2016

 

 

 

 

 

LOGO_NO_ROGO__n.jpg

Il 10 maggio l’Arci organizza iniziative in tutta Italia per la promozione della lettura

Davanti al Parlamento lettera aperta al ministro Franceschini

 

Il 10 maggio del 1933, nell’Opernplatz a Berlino, i nazisti fecero un grande rogo dei libri sgraditi al regime. Un atto simbolico di annientamento delle culture non sottomesse all’ideologia nazista.

 

In questa data dal forte valore simbolico, l’Arci intende promuovere iniziative in tutta Italia per la promozione della lettura con il titolo No Rogo. Saranno organizzate letture collettive in piazza, presentazioni di libri, dibattiti e animazioni. Una manifestazione per celebrare il valore del libro inteso come libera possibilità di espressione di idee e di pensiero, contro ogni censura.

 

Sempre il 10 maggio, di fronte al Parlamento, una delegazione dell’Arci leggerà una lettera aperta indirizzata al ministro Franceschini, per sollecitarlo a valorizzare il sistema bibliotecario pubblico, quale importante strumento di contrasto alla progressiva riduzione del numero dei lettori, in particolare al sud.

 

E’ tempo di mettere in campo tutte le iniziative necessarie per favorire l’accesso universale alla cultura e le biblioteche pubbliche rappresentano uno straordinario veicolo plurale di cultura, non sottomesso alle leggi del mercato e ai monopoli editoriali. L’accesso al prestito e alla consultazione gratuita di testi, giornali, fumetti può rappresentare il mezzo per riportare alla lettura vecchi e nuovi utenti, indipendentemente dalla loro collocazione sociale e culturale. E la lettura è strumento essenziale per comprendere, crescere ed emanciparsi.

 

Clicca qui per leggere la lettera aperta al Ministro Franceschini

- See more at: http://arci.it/blog/culture/archivio/libri/no-rogo-il-10-maggio-larci-promuove-la-lettura/#sthash.wQ5IRJc1.dpuf
 
Over 60 Men  E-mail
Cultura - Libri
Over60 - Men
Dal 2014 è funzionante a Torino uno Sportello Terza Età LGBT, a cui rivolgersi per segnalare casi di persone che hanno bisogno di aiuto. Si conta che il numero di persone LGBT sole, potenziali utenti del servizio, superino, in una città come Torino, le 10.000 unità. Questo richiede un grande impegno da parte dei volontari, ma, soprattutto, un gran bisogno di risorse per svolgere al meglio le attività proposte.
L’antologia Over60 è nata per sostenere la raccolta dei fondi necessari. Sono stati coinvolti alcuni dei nomi più noti della narrativa LGBT, a cui è stato chiesto di scrivere una storia con un protagonista di sessanta o più anni. Ne sono nate due antologie. Una declinata al maschile (in uscita a maggio) e una declinata al femminile (prevista per settembre). In Over60 - men sono raccolti nove frammenti di vita, assai diversi fra loro, che portano con sé le
peculiarità dello stile di ogni autore coinvolto. Dal racconto storico a quello metropolitano, dal racconto di viaggio a quello psicologico.
Sono storie di uomini omosessuali alle prese con le bizzarre pieghe che prende la vita, quando non si è più giovani ma si è, al massimo, giovanili. Storie magiche, storie divertenti, talvolta inaspettate, ma anche storie di profonda riflessione e disperazione. A queste si aggiunge una decima storia, narrata in una breve sceneggiatura che affronta, in modo ironico e leggero, le tragiche conseguenze del morbo di Alzheimer. Due brevi interventi poetici regalano, infine, un tono di universalità alla variegata pluralità dei temi presentati dagli autori. Un’opera unica nel suo genere, che non teme di affrontare, senza retorica, gli anni che tutti temono, ma che tutti si augurano di raggiungere e di vivere, nel pieno delle forze, fino all’ultimo giorno: finalmente liberi di essere solo se stessi.
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 39

Notizie da ARCI.it

L'Arci

Convenzioni

 

 

AGENDA

Nessun evento

Arci Giovani

 

 

Campagne

 

L'angolo dei libri

 

rss




Bodrum escort izmir escort

 

Arci
Comitato Provinciale di Venezia
Via Torino 11/c, 30172 Mestre Venezia
Tel. 041 5313122 - Fax 041 5316563 - Email venezia@arci.it
megasesso