news blog logo


20 giugno. La Giornata mondiale del rifugiato

20 giugno. La Giornata mondiale del rifugiato

La domanda sorge spontanea e squarcia il pesante velo di ipocrisia: a cosa serve una giornata internazionale dei rif....

Una nuova tessera per una nuova Arci

Una nuova tessera per una nuova Arci

 

Potremmo intitolare la campagna ‘Scusate l’anticipo’: il prim....

Per non dimenticare @ 23 maggio_ Spazio Aereo _ Vega

Per non dimenticare @ 23 maggio_ Spazio Aereo _ Vega

Cgil, Cisl e Uil insieme alle associazioni Arci Venezia,

Acli Venezia, Rete degli studenti Medi, Unione degli Universitari, Avviso Pubblico....

17 maggio. Giornata contro l'omofobia, bifobia e transfobia

17 maggio. Giornata contro l'omofobia, bifobia e transfobia

17 maggio Giornata contro l’omofobia, bifobia e transfobia

Il 17 ricor....

Cerca nel sito

Immigrazione

newsletter



Ricevi HTML?

Joomla : ARCI Venezia

Rete ARCI

 


Link Utili

 

 

 

 

Laboratorio L'Aquila

 

Collaborazioni

 

 

 

Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Basi italiane per il bombardamento in Libia: un tragico errore  E-mail
Notizie - Italia

Basi italiane per il bombardamento in Libia: un tragico errore

Le Nazioni Unite tornino a lavorare per un negoziato che coinvolga le parti in causa libiche e i paesi del Nord Africa. L’Italia si faccia promotrice di una nuova conferenza di pace

Dichiarazione di Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

L’Arci esprime preoccupazione per la disponibilità del governo italiano, espressa dalla Ministra Pinotti, a cedere l’uso delle basi aeree all’aviazione statunitense per il bombardamento della Libia.

 
I progetti dei Circoli Arci hanno un nuovo strumento a disposizione per raccogliere fondi e risorse. Si chiama crowdfunding!  E-mail
Notizie - Italia

I progetti dei Circoli Arci hanno un nuovo strumento a disposizione per raccogliere fondi e risorse. Si chiama crowdfunding!

Arci  e Produzioni dal Basso hanno stipulato una collaborazione per promuovere la raccolta fondi dei progetti del mondo Arci attraverso il crowdfunding. Comitati, circoli, associazioni tematiche, Arcs ed Ucca potranno promuovere i propri progetti facendoli conoscere agli utenti della piattaforma “Produzioni dal Basso” (produzionidalbasso.com) e all’opinione pubblica nel suo insieme, potendo contare sull’ulteriore supporto di uno specifico spazio, il network Arci appunto (https://www.produzionidalbasso.com/network/di/arci).

Ci muove la convinzione che il crowdfunding sia una importante opportunità per superare le distanze, condividere e moltiplicare le opportunità per realizzare progetti - piccoli o grandi che siano - comunque importanti per le comunità a cui fanno riferimento. Come ogni strumento, anche il crowdfunding ha specifici codici di accesso e modalità di funzionamento per essere massimamente efficace. Ed è per questo che oltre ai  servizi di consulenza on line che la piattaforma mette a disposizione di tutti i progettisti, i circoli Arci potranno avvalersi anche di un supporto interno alla Direzione nazionale sia per avere informazioni su come accedere al network Arci ma anche su come potenziare la visibilità  del progetto che si intende realizzare nel mondo Arci.
Contattaci per saperne di più.

 
Domenica 9 ottobre 2016 Marcia Perugi-Assisi della Pace e della Fraternità  E-mail
Notizie - Italia

Domenica 9 ottobre 2016 Marcia Perugi-Assisi della Pace e della Fraternità
Appello
Viviamo in un tempo di grandi tensioni, conflitti e preoccupazioni. Ogni giorno siamo costretti a fare i conti con problemi complessi ignorati o sottovalutati da lungo tempo. Dalla miseria alla distruzione di posti di
lavoro, dalle guerre alle migrazioni, dalla devastazione ambientale al cambiamento climatico. Problemi sociali, economici, ambientali e politici che spesso abbracciano l’intero pianeta, diseguaglianze ed ingiustizie
che non trovano un adeguato impegno di coloro che hanno la responsabilità di intervenire. Il nostro modello di vita e di sviluppo è insostenibile, produce ingiustizie, crisi e guerre. Ad aggravare la situazione si stanno facendo strada in Europa alcune idee e politiche pericolose che aumentano le paure, accentuano le divisioni, avvelenano i rapporti e allontanano le soluzioni. Idee e politiche che ci fanno male e che dobbiamo contrastare con forza.
Una prima idea pericolosa è quella di chi sostiene che “possiamo fare a meno dell’Europa”, che dobbiamo tornare indietro alle monete e alle frontiere nazionali ricostruendo muri e confini.

 
La Brexit non apra la strada alle destre e alla xenofobia  E-mail
Notizie - Mondo

Continuiamo a batterci per un’Europa dei popoli, unita, democratica e sociale

Campanelli d’allarme ne sono suonati moltissimi in Europa, specialmente da quando è cominciata la grande crisi economica. Si è perseverato in politiche fallimentari di austerità, impoverendo Stati e popolazioni. Si è scelta la politica dell’Europa fortezza contro i migranti, alimentando paure e intolleranza.  Le classi dirigenti hanno fatto orecchi da mercante (e non è solo una metafora). Il voto a favore di Brexit è una campana che suona a morto. Il rischio dell’implosione della Ue – e anche dello stesso Regno Unito – è all’ordine del giorno. Il panico dilagante sui mercati, e le speculazioni conseguenti, forse si aggiusteranno. Ma per i popoli europei e per i migranti la situazione sarà peggiore rispetto a prima. Non è un caso che le destre europee esultino per  l’esito del voto inglese, sperando in un effetto domino. Si rafforzerà la logica degli sciovinismi, delle piccole patrie, della xenofobia e del razzismo. Se l’Europa vuole impedire la propria implosione bisogna cambiarne le politiche sotto ogni aspetto e ostacolare i rigurgiti nazionalisti, sospinti dalle destre estreme. Il compito per le forze democratiche e progressiste è oggi più difficile. Ma noi non rinunciamo a batterci per un’Europa dei popoli, unita, democratica e sociale. L’unico dato confortante è il voto dei giovani e giovanissimi: il 75% si è espresso per il remain, scommettendo su un futuro che non può essere ristretto in angusti confini.

 
Giornata del Rifugiato + SIDERALIS Festival @SPAZIO AEREO  E-mail
Notizie - Mestre e Hinterland

Mercoledì 22 giugno 2016 Giornata del rifugiato ore 19.30 | Ingresso libero

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato che si festeggia ogni anno il 20 giugno, Spazio Aereo ha l'onore ed il piacere di ospitare la Festa Del Rifugiato, realizzata assieme al Progetto Fontego del Comune di Venezia ed al "Centro Boa" della cooperativa sociale Co.Ge.S. don Lorenzo Milani. Sul palco andranno il duo composto da Paolo Forte e Fuad Ahmadvand (19.30) e la Piccola Bottega Baltazar al gran completo (22.00) L'accesso sarà libero per tutti, tesserati e non: sarà inoltre offerto un lauto buffet a cura di Orient Experience.

23 -24-25 giugno SIDERALIS FESTIVAL @ Dalla terrazza Vega ecco allinearsi le tre date del primo festival di Spazio Aereo. Sulla volta stellata di Piazza Auriga onde elettroacustiche provenienti da Est Europa, Giappone, Egitto, interferiranno con ritmi incalzanti provenienti dalle due Americhe, dall'Africa e dai Caraibi. Mondi e cieli lontanissimi fusi assieme in tre giorni contaminati, sperimentali, siderali.

L'apertura del festival il 23 giugno è affidata alla voce straordinaria della celebre Iva Bittovà in duo con il virtuoso chitarrista Paolo Angeli, la chiusura sabato 25 sfocerà in una festa danzante in collaborazione con Crispy dopo un crescendo di concerti sperimentali e contaminati.  Nel mezzo, venerdì 24 giugno, una battaglia a colpi di scratch in una serata dedicata alla tradizione dell'Hip-Hop.

Tutti gli eventi avvengono all'aperto sulla Terrazza Vega, nell'ambito della convenzione tra Associazione Culturale Spazio Aereo e Vega Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia che rende disponibile l'utilizzo della location. In caso di maltempo saranno spostati all'interno della consueta sede di Spazio Aereo.

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 41

Notizie da ARCI.it

L'Arci

Convenzioni

 

 

AGENDA

Nessun evento

Arci Giovani

 

 

Campagne

 

L'angolo dei libri

 

rss




 

Arci
Comitato Provinciale di Venezia
Via Torino 11/c, 30172 Mestre Venezia
Tel. 041 5313122 - Fax 041 5316563 - Email venezia@arci.it
megasesso